Copertina

CORSI GRATUITI

COORDINATORE D'UFFICIO

Destinatari:

Maggiorenni, disoccupati, studenti, stranieri, persone in mobilità.

Modulo 1 Diritti e Doveri e sicurezza generica, 8 ore 

Modulo 2 Prevenzione incendi rischio basso, 4 ore 

Modulo 3 La comunicazione, 24 ore

  • La rilevazione della situazione di partenza;
  • Autoanalisi del sistema comunicativo;
  • Comunicare efficacemente e persuadere l'interlocutore;
  • Rendere più efficace l'esposizione del proprio messaggio;
  • Indurre all'azione l'interlocutore;
  • Migliorare la gestione dell'emotività nel parlare ad un gruppo o ad un singolo ;
  • Strutturare ed organizzare il messaggio persuasivo da trasmettere: persuasione del gruppo;
  • Avere rapporti più proficui, gestendo al meglio tutte e 3 le aree della comunicazione (Verbale, Paraverbale, Non verbale)
  • Prendere il controllo della comunicazione altrui con l'uso di strumenti verbali e non verbali
  • Gestire al meglio lo spazio comunicativo a disposizione;
  • Utilizzare i supporti visivi (Filmati, lucidi, diapositive, lavagna);
  • Psicologia del Gruppo e comportamenti della folla;
  • Acquisire sicurezza e professionalità nella gestione psicologica di una platea, gestendo paura e ansia derivanti dal parlare in pubblico;
  • Gestire i momenticritici;

Modulo 4 La Leadership, 16 ore

Il ruolo dell’executive.
Chi è e come dovrebbe operare all'interno dell'azienda per ottenere una produttività più alta da se stesso e dai propri collaboratori. 
Leadership.
Qualità innata o capacità che può essere sviluppata? 
Che cos'è realmente la Leadership.
Consigli pratici per migliorarla in se stessi. 
Causa ed effetto.
Cosa deve fare l'executive per influenzare l'ambiente e non esserne influenzato. 
Lo stress dell’executive.
Qual è la causa dello stress e come ridurlo. 
La comunicazione.
La chiave dei rapporti interpersonali e la gestione delle relazioni. 
Motivazione.
Come far eseguire ai propri collaboratori il loro lavoro rapidamente, come tenere alto il morale e motivare il personale e, di conseguenza, ottenere una produttività più alta. 
La politica aziendale.
La differenza tra una direttiva, un ordine, un consiglio ed un punto di vista. 
Problemi
Come individuare l’esatto problema per il personale poco produttivo e scarsamente motivato: cosa osservare. 

Modulo 5 lavoro di gruppo, 16 ore 

Il gruppo

- Tipologie di gruppo nei diversi contesti

- Gruppi a termine-gruppi permanenti

- Appartenenza ed identità di gruppo

- La posizione personale nel gruppo

- Auto-percezione dei propri ruoli

- La leadership situazionale

- Io e il mio gruppo di riferimento

- Obiettivi e comportamenti

- Compiti, strumenti e strategie

Gruppo di lavoro e lavoro di gruppo

- il teamworking e la capacità di lavoro in gruppo come competenza personale

- Il gruppo come unità di lavoro

- il lavoro in gruppo: elementi di contenuto e di processo

- le dimensioni fondamentali del lavoro in gruppo

- ostacoli al lavoro in gruppo

- caratteristiche dei gruppi efficaci

Modulo 6 Problem solving, 16 ore 

Contenuti

  • Analisi del problema potenziale
  • Definizione di ruolo e funzione
  • Problemfinding: rendersi conto del disagio
  • Problematiche collegate alla propria funzione
  • Limiti operativi aziendali
  • Scelte aziendali
  • Definire il problema
  • Strumenti d’indagine e di creatività
  • Identificare i problemi in ordine di priorità
  • Scomporre il problema principale in problemi secondari
  • Acquisire informazioni oggettive sulla reale natura del problema
  • Problem solving: eliminare le cause
  • Saper rispondere alle domande poste dal problema
  • Ricercare e valutare le alternative
  • Definire le implicazioni e le conseguenze sul sistema azienda
  • Analisi della decisione Scelta della soluzione
  • Classificare gli obiettivi secondo il grado di importanza: imperativi o desiderato
  • Criteri decisionali: i risultati possibili e le risorse da utilizzare
  • Ricerca delle risorse necessarie
  • Selezione delle Risorse Umane
  • Ipotesi di programmazione e azione.
  • Resistenza alle soluzioni
  • Analisi dell’impatto : identificare i limiti delle soluzioni scelte Riflessi sulle motivazioni aziendali e personali
  • Piano operativo e definizione dei tempi
  • Decisionmaking : decidere come agire in base alle risposte ottenute
  • Decisiontaking : passare all’azione
  • Analisi dei risultati conseguiti 

Modulo 7 Tecniche di budget,  32 ore 

- Le diverse forme di controllo: preventivo, concomitante e susseguente. 

- La valutazione dei risultati e i principali indici di redditività. 

- Differenze tra la contabilità generale e la contabilità analitica. Definizione dell’oggetto di analisi della

contabilità industriale. 

- Le dimensioni della contabilità analitica: i costi. L’individuazione della natura dei costi: costi comuni e

costi diretti; costi fissi e costi variabili. 

- Le dimensioni della contabilità analitica: le aggregazioni di costo. I centri di costo, i centri di ricavo ed i

centri di profitto. 

- I Criteri di ripartizione dei costi comuni: le basi di riparto. 

- Esercitazione sulla variabilità dei costi e sulle modalità di allocazione. 

- Testimonianza Aziendale sul processo di progettazione del sistema di contabilità analitica. Individuazione della natura dei costi, definizione dei centri di costo e di responsabilità, individuazione delle basi di riparto dei costi comuni. 

- Il Budget: principale strumento della contabilità analitica. Caratteristiche e finalità. 

- Il processo di formulazione del Budget di esercizio: tradurre i piani strategici in obiettivi di budget. 

- Le tecniche di budgeting: approcci gestionali, tempistica e modalità di svolgimento delle fasi in cui si

articola il processo di approvazione del budget di esercizio 

- La costruzione del budget di esercizio, e l’articolazione nei budget di funzione 

- Testimonianza sul progetto di costruzione del budget di esercizi. 

- Esercitazione: La costruzione del Budget d’esercizio 

Modulo 8 Gestione della soddisfazione del cliente, 16 ore 

  • La qualità nei servizi:

-          La qualità nel settore dei servizi;

-          Che cosa significa “qualità”;

-          Differenze tra servizio erogato, percepito ed atteso;

-          I desideri del consumatore. 

  • Come si progetta la customersatisfaction:

-          Un modello per progettare la customersatisfaction;

-          Le quattro fasi della progettazione: analisi dell’ambiente, scelta della strategia competitiva, disegnare il servizio, definire le attese e verifica dei risultati.

 

  • Come misurare la customersatisfaction:

-          La criticalincidenttechnique;

-          Il problemdetection system;

-          Il metodo servqual.

 

  • Come realizzare il customersatisfaction nella pratica:

-          Dal progetto alla realizzazione;

-          Gli errori nella fase di analisi, pianificazione, attuazione e controllo.

 

  • La lista di controllo del servizio eccellente:

-          La check-list della qualità;

 

 

 Modulo 9 La selezione delle risorse umane, 28 ore 

POLITICA DI SELEZIONE E JOB ANALYSIS
- Cambiamenti nel mercato del lavoro
- La Politica di Selezione
- Prima della Selezione
- Job Analysis (Job Description, PersonSpecification)
FASI DELLA SELEZIONE
- Reclutamento, Valutazione, Inserimento
- Come effettuare il pre screening delle candidature
- Introduzione al “Colloquio di Selezione” (prima, durante e dopo, skill dell’intervistatore)
ANNUNCI ED INSERZIONI COME STRUMENTO DI RECLUTAMENTO
- Ripercorrere le varie stesure di un annuncio che possa rendere compatibili:
• requisiti richiesti,  completezza dell’informazione,  input motivazionali, efficacia linguistica,dimensionamento costi
COLLOQUIO DI SELEZIONE
- Strumenti della Selezione:
• Colloquio (Aspetti pratici, cosa valutare, gradi di strutturazione, stili di conduzione, fattori di distorsione del giudizio)
• Gestione della Comunicazione (verbale,non verbale, paraverbale) del candidato/selezionatore
ASSESSMENT CENTER
- Strumenti della Selezione:
• Assessment Center (Aspetti pratici,contesti e modalità di utilizzazione, cosa valutare, prove da utilizzare)
TEST PSICOMETRICI E PROFILO DI VALUTAZIONE
- Strumenti della Selezione:
• Test psicometrici (tipologie e contesti di utilizzazione)
• Come stendere un profilo di valutazione (vari format)
• La “rosa” dei candidati 

Torino
Data Inizio:
25 settembre 2017
Data Fine:
20 ottobre 2017
Orario:
9-13/14-18
Totale ore:
160
Sede corso:
Corso Turati, 11/C - Torino
Ente Finanziatore:
Ente Promotore:
SYNERGIE
Partner:
Manager Srl
Per informazioni telefona 011.581.74.09 / 011.86.88.81
MANAGER SRL è in C.so Turati 11/C a TORINO
Per richiedere informazioni clicca qui
Iscriviti per ricevere info sui prossimi corsi!
/ / ( gg / mm / aaaa )
*
Condividi questa pagina su:

MANAGER SRL

Chi Siamo

Manager Srl nasce a Torino nel 1983, attraverso gli anni si evolve grazie alla lungimiranza ed all'attento e costante lavoro dei propri amministratori e dipendenti.

Da sempre, la Direzione della Società desidera promuovere la buona cultura del lavoro e candidare l'Azienda come soggetto attivo del mercato del lavoro, pronto a stimolare nuovi poli di aggregazione e di confronto

Continua a leggere »

Dove siamo

SEDE TORINO
Corso Filippo Turati 11/C
10128 Torino (Italy)
Telefono: +39 011 581 74 09
+39 011 86 88 81
Fax: +39 011 086 86 22

SEDE MILANO
Via Luigi Varanini 29/C
20125 Milano (Italy)
Telefono: +39 02 396 663 11
E-mail: milano@managersrl.com

P.iva 02922510017

Orari Ufficio

Lunedì - Venerdì:
09:00 - 13:00
14:00 - 18:00
Sabato - Domenica: CHIUSO

Certificati
ISO 9001